La visione del secolo d’Oro

Per secoli, “Gli scritti segreti delle Profezie” di Giovanni di Gerusalemme, dai quali sono estrapolate le citazioni che seguiranno, fu considerato un libro proibito, finché, recentemente, è ricomparso. La Chiesa, che in quel libro non vedeva annunziata la sua vittoria e il suo trionfo, considerava I’opera ” dettata dal diavolo “!

Giovanni da Gerusalemme era un monaco Benedettino che, dal 1100, visse per circa vent’anni a Gerusalemme. Era l’era delle crociate, e Giovanni da Gerusalemme probabilmente rappresentava la “guida morale e profetica” dell’Ordine dei Templari, di cui era fondatore.

Quando morì nel 1120, uno dei sette volumi de “Gli scritti segreti delle Profezie” in circolazione dopo la sua morte era in possesso dell’Ordine dei “Cavalieri del Tempio ” di Parigi.

Nel 1307, insieme al patrimonio dell’ Ordine dei Templari, gli “Gli scritti segreti delle Profezie” di Giovanni di Gerusalemme furono sequestrati a Parigi perché dovevano servire come “testimonianza” per provare un presunto “patto col diavolo” dei Cavalieri del Tempio, accusati di essere i “soldati del diavolo” e i “cavalieri del malvagio”.

Con la cattura dei Cavalieri del Tempio anche il sudario del Cristo che si trovava in loro possesso scomparve in modo poco chiaro. Vennero giustiziati, per venire in possesso del loro mitico patrimonio, più di 60 cavalieri. Si presume che una copia degli Scritti delle Profezie si trovi in Vaticano, mentre un’ altra venne probabilmente portata sul monte Athos.

Un’ altra copia ancora che si trova nel monastero di Zagorak nei pressi di Mosca scomparve in occasione della confusione nata durante la Rivoluzione d’Ottobre. Si ritiene che tale copia venne distrutta perché non annunziava il trionfo della società comunista bensì la totale distruzione della razza umana.

Dopo il crollo del comunismo, quando finalmente era possibile accedere agli archivi del KGB, il Professore russo M. Galvìeski trovò una copia del famoso libro. Essendo esperto delle lingue orientali e antiche, era la persona adatta per tradurre l’antico testo in francese in modo che anche il mondo occidentale potesse leggerlo. Dopo la seconda guerra mondiale, il Professore Galvieski fu, per un breve lasso di tempo, responsabile della Divisione per Manoscritti Storici dell’Università di Kiev. Poiché il Professore, in una lettera privata, osò contraddire Stalin, venne arrestato e deportato in un gulag (Kolyma) per ben sette anni (1946-1953). Dopo la sua riabilitazione, in occasione della destalinizzazione, il Professore diventò Direttore della Sezione Paleografica della Biblioteca Nazionale di Leningrado, oggi S. Pietroburgo. Tra le sue opere, il Professore Galvieski ha pubblicato una vasta descrizione della cultura turkmena consistente in otto volumi e pubblicata dall’Accademia delle Scienze di Doubanchè.

Gli Scritti Segreti delle Profezie di Giovanni da Gerusalemme comprende, tra l’altro, una breve biografia del monaco che, in occasione delle crociate, raggiunse la Città Santa. Giovanni, del quale non si conoscevano i genitori, crebbe sotto la cura dei benedettini della Abbazia di Vézeley situata in Borgogna, Francia. Durante il periodo in cui visse a Gerusalemme, lavorò in qualità di medico o, semplicemente, di guaritore. Il suo libro contiene ben 40 profezie, tutte scritte in versi.

La parte più angosciante delle sue profezie, che riguarda l’oscuro periodo che precede il Secolo d’Oro, risulta talmente terribile che quasi non si riesce a leggerla approfonditamente. Perciò, il quotidiano tedesco “Rhein-Main-Tageblatt” scrisse: “Tutto ciò che il monaco previde nell’undicesimo secolo risulta terrificante ma allo stesso tempo, purtroppo, dal punto di vista attuale, anche convincente: prostituzione infantile, abuso di droghe, sovrappopolazione, xenofobia, genocidi, nonché guerre a fondo etnico e religioso. Nelle sue visioni, Giovanni sapeva pure dell’esistenza del continente americano nonché della potenza atomica e persino gli effetti terribili provocati dall’ attuale buco dell’ ozono. Inoltre, Giovanni prevedeva lo scenario dello stato d’Israele del 2000 annunciando “Cavalieri” costretti a proteggere i pellegrini cristiani in viaggio per visitare la tomba di Cristo. Di fronte a tutte queste profezie i giornali preferiscono tacere o minimizzarle. Il quotidiano tedesco “Bild Zeitung” riferiva solamente la profezia del Pianeta Plutone. Il professore Galvieski definì i protocolli di Giovanni: “Un’accusa senza pietà”.

 


Ecco un’estratto del libro:

 

Da: “La visione del secolo d’Oro”

Quando il millennio che verrà dopo il millennio finirà,

gli uomini finalmente apriranno gli occhi

Essi non saranno più imprigionati nelle proprie teste

E nelle proprie città

Ma saranno capaci di guardare da un’estremità

della terra all’altra e di capirsi l’uno con l’altro

Sapranno che ciò che affligge l’uno

Ferisce l’altro.

Gli uomini formeranno un unico grande corpo

Di cui ognuno di loro sarà una minuscola parte.

Insieme, essi ne formeranno il cuore.

Ci sarà una lingua parlata da tutti

E così, finalmente, nascerà la grande umanità.

….perché arriverà la Donna per prendere in mano lo scettro:

Ella dominerà sui tempi futuri

E detterà agli uomini ciò che pensa.

Ella sarà la madre del millennio

Che viene dopo il millennio.

Ella, dopo i giorni del demonio, emanerà

La soave dolcezza di una madre.

Ella, dopo i giorni della barbarie, rappresenterà la bellezza.

Il millennio che viene dopo il millennio si trasformerà

In un periodo spensierato:

ci si amerà si condividerà tutto, si sognerà

e i sogni diverranno realtà…

….così, gli uomini, avranno una seconda nascita.

Lo Spirito prenderà possesso della massa degli uomini

Che si saranno uniti nella fratellanza.

Quindi, sarà proclamata la fine delle barbarie.

Sarà l’era di una nuova forza nel credere.

Dopo i giorni neri all’inizio del millennio

Che viene dopo il millennio.

Inizieranno i gironi felici:

l’uomo ritroverà la retta via dell’uomo

e la terra ritroverà il suo ordine…

ci saranno strade che, da un’estremità della terra e

del cielo, porteranno all’altra;

i boschi torneranno ad essere fitti.

Il deserto ritroverà l’acqua

E le acque torneranno ad essere limpide.

La terra sarà il giardino:

l’uomo avrà cura di tutto ciò che vive

e ripulirà ciò che ha sporcato.

Egli capirà che tutta la terra è la sua casa

E penserà, con saggezza, alla mattina…

L’uomo saprà tutto sulla terra e sul suo corpo.

Le malattie saranno curate prima di comparire,

e ciascuno curerà se stesso e gli altri.

L’uomo avrà capito che deve aiutarsi

Per mantenersi retto;

e, dopo i giorni della chiusura e dell’avarizia,

l’uomo aprirà il suo cuore e la sua borsa ai bisognosi;

Si definirà curatore dell’ordine umano

E, così, finalmente, avrà inizio una nuova era.

Quando l’uomo avrà imparato a dare e condividere

Saranno finiti i duri giorni della solitudine.

Egli crederà di nuovo nello Spirito

E la barbarie sarà sconosciuta da tutti.

Ma tutto ciò accadrà dopo le guerre e dopo gli incendi

Tutto ciò nascerà dalle ceneri delle torri bruciate di Babele.

E sarà necessario un pugno di ferro

Per portare ordine nel caos

E perché l’uomo trovi la retta via.

L’uomo saprà che tutte le creature sono portatrici della luce

E che tutte le creature meritano rispetto.

L’uomo, nella sua vita, avrà vissuto più vite

E saprà che la luce mai si spegnerà….”

Fonti:

1. Giovanni da Gerusalemme: “Il libro delle profezie – Visioni sul futuro di un grande profeta del III secolo. Monaco di Baviera 1995.

2. Comunicato della casa editrice “Heine-Verlag”. Monaco di Baviera.

9 pensieri su “La visione del secolo d’Oro

    • non parlando inglese e desiderando leggere la versione integrale in italiano ti sarrei grata se potessi inviarmel. Per la cortesia ti ringrazio in anticipo, se non è possibile, grazie mille per avermi letto.
      REnata

  1. “Gli uomini formeranno un unico grande corpo
    Di cui ognuno di loro sarà una minuscola parte.
    Insieme, essi ne formeranno il cuore.
    Ci sarà una lingua parlata da tutti
    E così, finalmente, nascerà la grande umanità.
    ….perché arriverà la Donna per prendere in mano lo scettro:
    Ella dominerà sui tempi futuri
    E detterà agli uomini ciò che pensa.
    Ella sarà la madre del millennio
    Che viene dopo il millennio.
    Ella, dopo i giorni del demonio, emanerà
    La soave dolcezza di una madre.”

    Ciò che stiamo vivendo era già tutto previsto, dobbiamo solo desiderare di essere una minuscola parte di quel unico grande corpo.
    Bella!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...