Ego e Superego

La differenza tra un adulto ed un bambino è molto sottile e non è data soltanto dall’età…quello dei bambini è un universo tutto speciale dovuto al differente modo di vivere le cose. Loro sono una calamita naturale per l’adulto perché ci rimandano a qualità che abbiamo ormai dimenticato; la spontaneità e la curiosità dei gesti e delle domande, l’innocenza del comportamento e dei pensieri, la saggezza di certe affermazioni che stupisce così tanto. Sembra che riescano a vedere tutto più chiaramente, ad essere più connessi…forse perché la fanno molto più semplice…e per questo riescono a gioire e a far gioire tanto facilmente.

Allora cosa succede durante la crescita? Inizia a formarsi la mente, l’insieme di due entità a confronto, EGO E SUPEREGO, che progressivamente ed inesorabilmente cominceranno a togliere freschezza, immediatezza a tutto quello che pensiamo o proviamo. La realtà allora si fa sempre più stretta dal momento in cui decidiamo di confinarla dietro le sbarre della nostra infallibile mente, essa diventa l’unico parametro di conoscenza e giudizio…forse perché crediamo sia l’unico strumento in nostro possesso!

L’EGO rappresenta l’io, costruito con il desiderio di farsi una personalità, una storia, un ruolo ed una identità propria…è il frutto dell’azione, del pensiero continuo rivolto al futuro…quello che faremo…quello che saremo…Noi possiamo credere di essere questo e quello, di poter fare o avere chissà cosa…peccato che la vita ci mette spesso davanti un ostacolo su quel cammino che vedevamo già chiaramente definito sin nei più piccoli particolari…quando il castello di carte salta sarebbe onesto farsi una risata e riconoscere che magari c’è qualche altra forza in gioco oltre al nostro ego ( che sia il caso, il destino, la Natura o Dio). Chi ha l’ego, emisfero sinistro, fortemente sviluppato ha sempre l’attenzione rivolta su se stesso, la pianificazione del proprio futuro e tende a dominare gli altri.

Il SUPEREGO è l’altro piatto della bilancia…il bagaglio di esperienze personali fatte ( paure, ricordi e rimpianti compresi) che ci guidano nelle scelte costituendo così spesso il freno a mano quando vorremo buttarci a provare qualcosa di nuovo…Contiene anche tutto ciò che normalmente tende ad avere un’influenza sulla nostra personalità; gli insegnamenti dei genitori, la scuola, il tipo di società in cui siamo cresciuti. Chi è più spostato verso il superego (emisfero destro) cerca sempre l’approvazione degli altri, la conferma e l’influenza esterni perché bloccato da paure e ansia.

Nei casi di maggior equilibrio ci troviamo compressi tra i due, centri di gravità verso cui oscilliamo ognuno cercando di compensare e frenare l’altro. Credo che tutti abbiamo provato quanto le ragioni della mente possano portarci mille miglia lontani dalla soluzione di un problema o dal vivere appieno perché ci allontanano dalla realtà, dalla verità delle cose…ogni tanto sarebbe da osservare i frutti di questa mente e magari farli cadere come troppo maturi e lasciarci invece andare alla gioia che da qualcosa che ha della meraviglia, che stimoli la fantasia e l’immaginazione…meglio ancora se riusciamo, anche solo per qualche secondo, a creare un vuoto tra il pensiero rivolto al futuro e quello che indugia sul passato…il silenzio! Giusto per ridimensionare e riconoscere i limiti dell’attività mentale, andando ogni tanto a spingere su PAUSA.

3 pensieri su “Ego e Superego

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...