Di notte… la luce!

van-gogh-notte-stellata

Quella notte ci incontrammo

e la piazza era gremita,

sui gradini ci sedemmo

Tu cambiasti la mia vita.

E ci presi per la mano

al mio amico e mio fratello

conducendoci lontano

al programma del Cardello.

Lì tra visi sconosciuti

ma al contempo familiari

nel calore dei saluti

come una colomba appari.

SPIRITO_SANTO

Ecco ch’io tutto tremante

non controllo l’emozione

chiudo gli occhi un po’ esitante

e si scioglie la tensione

Con le mani l’infinito

Tu mi inviti a respirare

l’universo con un dito,

una goccia in fondo al mare.

16044-mare_ovunque

E cammino a piedi scalzi

passeggiando sul tuo manto,

lentamente ti rialzi

quasi come per incanto.

Mi conduci nel tuo gioco

e volteggi sopraffina

nella danza con il fuoco,

effondendo con la viina

fire

dolci note celestiali

che rilassano la mente,

rifioriscon verdi viali…

e son giunto alla sorgente.

Con il capo chino porgo

nell’azzurro lago il viso

e nel bere intanto scorgo

il tuo volto, il paradiso

8125_290358660226_584260226_9058349_3452455_n

con la luce il tuo riflesso

nel diamante rosso brilla,

nel tuo cuore sono adesso

e si accende la scintilla.

Ma se questo sono io

cosa sono stato prima?

apro gli occhi e vedo Dio

…un’ istante e sono in cima.

himalaya

Con il cielo ora mi fondo

in un vortice d’amore

mentre abbraccio tutto il mondo

testimonio spettatore.

E la neve scende a fiocchi

rinfrescandomi la testa,

dolcemente chiudo gli occhi

mentre gli angeli fan festa.

Il cancello è spalancato

espugnata è la fortezza,

questo qui è un colpo di stato!

Via i pensieri, ecco la brezza…

E nel sole mattutino

Tu mi appari come un tuono,

con il volto di un bambino

Tu risplendi nel tuo trono

8125_290358870226_584260226_9058378_1141639_n

Come Madre premurosa

mi concedi di restare…

Ti ringrazio di ogni cosa…

…non mi posso che inchinare.

Shri Mataji

Questa poesia mi pone nell’arduo compito di trasmettere, mediante il linguaggio, ciò che ho provato durante la mia esperienza meditativa con Sahaja Yoga. Il risveglio dell’ energia Kundalini ed il suo passaggio attraverso i nostri sette chakra, che ho tentato di evocare a parole, sono ora possibili grazie a questa tecnica messa a punto dalla sua fondatrice: Shri Mataji Nirmala Devi.
Il culmine, il punto d’arrivo è proprio l’osso della fontanella, che oserei definire il nostro ponte con l’Infinito. Da qui comincia la nostra libertà, ci affranchiamo cioè dalla tirannia che la mente esercita su di noi, rendendoci perennemente stanchi o nevrotici per le infinite preoccupazioni quotidiane, e finalmente ci è possibile assaporare la bellezza della realtà per quello che è, cogliendo ogni attimo del presente, senza filtri, nella sua disarmante semplicità, come se fossimo dei bambini.
Non a caso la sommita della testa dei bambini piccoli è assai morbida, forse perchè tutti siamo già nati in questo stato di grazia, di unione, che chiamerei yoga, ed è in virtù di questa seconda nascita che ci è più facile riappropriarci di ciò che appartiene di diritto ad ognuno di noi: una vita serena ed appagante, in cui lo stress e l’insoddisfazione quotidiana lasciano finalmente il posto ad una pace interiore, tale da colmare quel senso di vuoto che forse per molti è all’origine del vagare errabondo, alla continua ricerca della felicità.
E se Lei stesse attendendo anche voi…?

9 pensieri su “Di notte… la luce!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...