Inno alla Vita

Ho voluto intitolare “Inno alla vita” il discorso fatto da una donna, Gianna Jessen, sopravvissuta ad un tentativo di aborto quando aveva già sette mesi di vita (la madre era incinta da sette mesi e mezzo). Pur riportando dei danni cerebrali e motori, è riuscita a sopravvivere all’aborto e ai disagi che ne sono venuti.

Lascio la parola a lei che così si è espressa in un congresso :

http://www.youtube.com/watch?v=MuRvsErkHFI#!

2 pensieri su “Inno alla Vita

  1. Bellissima testimonianza!! Ma pensiamo con compassione alle migliaia di donne costrette all’aborto da difficoltà insormontabili e che convivono con il dolore di una ferita non rimarginabile.

  2. Ciao, penso che lei si riferisca alla leggerezza di questa pratica di abortire anche nel caso in cui i figli potrebbero nascere ed essere adottati.
    O meglio direi ai casi di leggerezza di praticare sesso senza rendersi conto che questo serve a dare una vita e non è un gioco.

    Poi naturalmente ci sono dei casi particolari da tenere in conto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...